Elena Cornaro Piscopia: la prima donna laureata della storia

274

Chi era Elena Cornaro Piscopia? Google, nel giorno del suo compleanno, dedica proprio a questa donna speciale il logo del suo motore di ricerca, inserendoci un suo ritratto.  La donna nasce il 5 giugno 1646, e a distanza di 373 anni, l’impresa che ha compiuto rimane eccezionale e trasgressiva per la sua epoca.

Elena Cornaro Piscopia nasce a Venezia e, fin da bambina e con l’appoggio del padre, studia teologia, latino, greco, spagnolo, francese, arabo, matematica, filosofia e astronomia. Elena è anche una bravissima musicista e suona il clavicembalo, il clavicordo, l’arpa e il violino. 

L’unico desiderio del padre che la ragazza non può assolutamente accontentare è quello di sposarsi poiché la sua fede religiosa fortissima la porta a farsi suora, anche se la sua vocazione e dedizione verso Dio non le impedirà di proseguire i suoi studi.

Studi che continuano fino al 1677, quando la studentessa chiede di poter ottenere la laurea in Teologia all’Università di Padova, ricevendo però un rifiuto da parte del vescovo della città, il cardinale Gregorio Barbarigo, che ritiene “uno sproposito dottorare una donna”. Dopo numerosi tentativi, riesce a ottenere una laurea, grazie all’aiuto di un suo insegnante, ma solo in Filosofia e non in Teologia come avrebbe voluto lei.  

Il giorno della sua discussione il flusso di persone accorse per ascoltarla è talmente grande che la seduta di laurea viene organizzata all’interno di una cattedrale, per poter contenere tutti.

La storia purtroppo non si conclude con un pieno lieto fine poiché alla donna, nonostante in possesso di un titolo di studio, viene impedito di insegnare, professione a quel tempo proibita alle donne.

Purtroppo Elena, indebolita dallo studio intenso, muore molto giovane, a soli 38 anni, nel luglio del 1684.

Il suo esempio però rimane fondamentale nella storia del diritto delle donne a studiare. Dopo di lei passeranno però 50 anni per arrivare alla seconda donna laureata, Laura Bassi, nel 1732.

Print Friendly, PDF & Email