Fare sport migliora le performance scolastiche

168

Uno studio pubblicato nel Journal of sport and Health Science condotto da un gruppo di ricercatori dell’Università di Teheran ha rivelato che fare sport migliora le performance, anche scolastiche, e il livello di attività fisica nei ragazzi può essere migliorato con il training mentale.

L’analisi è stata condotta su 56 ragazze di 15-16 anni divise in due gruppi, uno ha partecipato ad un training mentale mentre l’altro ha ricevuto invece solo raccomandazioni sulle attività fisiche. Per 6 settimane sono state monitorate con accelerometri oggettivi.

I risultati hanno rilevato che le ragazze che hanno partecipato al training mentale nel corso delle sei settimane sono riuscite ad aumentare le loro perfomance rispetto a quelle facenti parte del gruppo di controllo che ha ricevuto solo la componente di raccomandazioni.

Il valore minimo di riferimento raccomandato dagli esperti è di 60 minuti di attività sportiva su cinque giorni alla settimana per i ragazzi tra i 6 e i 19 anni.

L’attività fisica aiuta la fase cardiocircolatoria, a costruire ossa e muscoli forti, a gestire il peso, ma anche a ridurre sintomi di ansia e di depressione. Inoltre, aiuta ad affrontare meglio i cambiamenti emotivi e fisici.

La scuola deve aiutare il ragazzo a gestire gli impegni scolastici e quelli sportivi in maniera equilibrata, evitando il “drop out”, cioè l’abbandono della pratica sportiva per motivi legati allo studio.

Negli Stati Uniti e in alcuni Paesi Europei ad esempio si attribuisce all’educazione fisica lo stesso valore di altre discipline e lo sport e i buoni risultati sportivi vengono utilizzati come canale di accesso alle Università. In Italia invece, le ore dedicate allo sport vengono spesso considerate soltanto tempo sottratto allo studio.

Serve quindi sicuramente una “cultura dello sport” sia tra gli operatori scolastici che in famiglia.

Occorrono infrastrutture pubbliche da noi assai carenti che permettano a tutti di praticare sport, anche senza mezzi economici a disposizione, attraverso l’utilizzo di strutture scolastiche con palestre funzionanti e idonee alla pratica sportiva.

 

Print Friendly, PDF & Email