Come mi comporto il primo giorno di scuola di mio figlio?

162

L’inizio della scuola è vicino e a tutti i bambini e ragazzi comincia a salire l’ansia, un’ansia che molto spesso coinvolge anche le mamme e i papà, che sperano di non non essersi dimenticati nulla e di gestire al meglio il primo giorno dei propri figli, soprattutto se al primo anno scolastico.

Ecco alcuni consigli per i genitori che non vogliono farsi trovare impreparati:

Può sembrare banale e scontato ma la cosa più importante quel giorno è arrivare puntuali! Meglio quindi svegliarsi presto per poter fare tutto con calma: prepararsi con cura, fare una buona colazione, controllare di aver messo tutto l’occorrente nello zaino. Probabilmente ci sarà già un po’ d’agitazione e quindi non dover guardare l’orologio temendo un ritardo è una preoccupazione in meno.

L’ideale è aver preparato lo zaino con tutto il materiale già da qualche giorno: diario, quaderni, astuccio, libri.

Altra indicazione utile per trasmettere sicurezza è quella di spiegare al proprio figlio, qualche giorno prima dell’inizio, il funzionamento della scuola e la sua organizzazione: gli orari, quanti insegnanti avrà, quali materie, a che ora farà l’intervallo. Servirà al bambino per cominciare ad immaginare l’ambiente in cui passerà le sue giornate per i prossimi mesi e gli impedirà di sentirsi spaesato o smarrito. Inoltre è fondamentale per il suo processo di responsabilizzazione, per comprendere che avrà delle regole e indicazioni da rispettare.

Di grande aiuto per il bambino è che la mamma o il papà lo accompagnino fin dentro la classe, per conoscere insieme l’insegnante e vedere l’aula che lo ospiterà ogni giorno. Il distacco deve essere graduale, i genitori potranno allontanarsi con serenità dopo che il bambino avrà conosciuto maestra e compagni e si sentirà a suo agio.

Infine, il primo giorno di scuola, i genitori dovranno sforzarsi di trasmettere serenità anche se i primi ad essere tesi saranno proprio loro: i figli assorbono le emozioni di mamma e papà e se vedranno loro tranquilli saranno sereni a loro volta.

Print Friendly, PDF & Email