Esame di maturità: come mi vesto?

37

L’esame di maturità è sicuramente uno degli esami più temuti e l’incubo più grande di ogni studente è quello di trovarsi di fronte alla commissione e fare scena muta. Quindi la prima cosa da fare è prepararsi al meglio, studiare come matti fno all’ultimo giorno, fino a quando in testa non c’è più spazio nemmeno per una nozione. Dopodichè si può pensare al look adatto con cui presentarsi davanti ai prof. il giorno degli orali. Davanti alla commissione bisogna trasmettere personalità, infondere sicurezza, essere comodi e rispettare la formalità dell’occasione. La prima regola è rimanere fedele ai propri gusti, se si è tipi sportivi non bisogna costringersi dentro abiti da cerimonia, che metterebbero solamente in una condizione di imbarazzo e disagio. L’ideale è scegliere capi basici e colori non troppo sgargianti, quello che conta è la preparazione non mostrarsi modaioli. Assolutamente vietate sono le scollature eccessive e le minigonne, pance scoperte o trasparenze, assolutamente fuori luogo in questo contesto. Adatte all’occasione sono le magliette a maniche corte e a 3/4, anche quando fa molto caldo. Vista l’agitazione, probabilmente si suderà molto, quindi il cotone è sicuramente il tessuto più indicato per l’abito della maturità, oltre che il più comodo. Meglio scegliere abiti che non segnano, non stringono ma che anzi, siano comodi e funzionali al movimento. Preferire sempre le scarpe chiuse a quelle aperte, come mocassini, ballerine o sneakers sobrie e ben tenute. Per ultima, non per importanza, la pulizia, che dovrebbe essere scontata, ma spesso non lo è. Oltre all’igiene personale, anche i capi indossati devono essere profumati, puliti e ben stirati.

Se l’outfit è pronto non resta che fare un profondo respiro e sfoggiare l’accessorio più importante: un bel sorriso!

Print Friendly, PDF & Email