Fifa e Unesco insieme per diffondere lo sport nelle scuole di tutto il mondo

279

Il presidente della Federazione internazionale di calcio (FIFA), il direttore generale dell’UNESCO e il direttore esecutivo del programma alimentare della Banca Mondiale (WFP), hanno firmato un accordo per rafforzare la cooperazione tra le tre organizzazioni, con l’intento di supportare e facilitare l’avvicinamento dei bambini di tutto il mondo allo sport.
Il progetto “Football for Schools” ha lo scopo di rendere il calcio più accessibile a ragazze e ragazzi in tutto il mondo, inserendo l’educazione fisica all’interno delle scuole dove ancora non è presente e contribuendo quindi alla crescita e allo sviluppo psico-fisico dei bambini. Il programma contribuirà in maniera pratica e tangibile, fornendo materiale e strumenti educativi, che insegnanti e studenti potranno utilizzare all’interno delle strutture sportive scolastiche. La Fifa distribuirà 11 milioni di palloni da calcio in numerose scuole sparse nel mondo, coinvolgendo così oltre 700 milioni di bambini.
Inoltre, verrà creata una piattaforma online per aiutare gli insegnanti a integrare il calcio nei loro programmi educativi. Si uniranno in un obiettivo comune l’esperienza di Fifa nello sviluppo tecnico del calcio, quella di Unesco in materia di istruzione e il programma di alimentazione scolastica ideato dal Pam, che lavora in oltre 100 Paesi. L’attuazione del programma dovrebbe iniziare nel 2019, con il lancio di progetti pilota in Africa, Asia e America Latina.
Alla cerimonia della firma, il presidente della FIFA, Gianni Infantino, ha dichiarato: “Durante il mio primo incontro con il segretario generale delle Nazioni Unite, António Guterres, all’inizio del 2018, abbiamo deciso di lavorare insieme per la promozione di valori positivi attraverso il calcio. La formalizzazione della nostra partnership è una pietra miliare e segna l’inizio di una nuova era di cooperazione tra la FIFA, l’UNESCO e il Programma alimentare mondiale. Usare il potere del calcio per promuovere il cambiamento sociale e l’educazione è nell’interesse di tutti e le tre organizzazioni che stanno unendo le forze oggi sono nella posizione migliore per sfruttare questo potenziale. “

Print Friendly, PDF & Email