Settembre è vicino! Ecco la lista delle cose da fare per arrivare preparati al nuovo anno

106

Settembre è alle porte e le mamme e i papà sono alle prese con i preparativi per il rientro a scuola, ma non solo: sono molte le faccende organizzative da sistemare e la paura è sempre quella di dimenticare qualcosa.

Prima di tutto, entro la fine di agosto, bisogna provvedere a ordinare i libri per il nuovo anno scolastico e ad acquistare, se necessario, zaino e astuccio.

Sempre nello stesso periodo, bisogna cominciare a pensare insieme ai nostri figli a quali attività extrascolastiche vogliono dedicarsi nel nuovo anno: la scelta tra i vari sport e discipline musicali è vastissima quindi non resta altro che ascoltare i desideri del bambino e provvedere il prima possibile ad eventuali iscrizioni. La parte più difficoltosa è organizzarsi al meglio per incastrare gli orari dei vari impegni nella settimana, riuscendo a lasciare del tempo libero da dedicare allo studio.

Altra cosa da verificare prima dell’arrivo di settembre è se nostro figlio ha svolto i compiti delle vacanze, che a fine agosto dovrebbero essere praticamente ultimati.

Un aspetto che può apparire secondario ma che in realtà, se non gestito in tempo, può causare contrattempi, è quello di dare una controllata nell’armadio dei nostri bimbi: negli ultimi due mesi il loro abbigliamento è stato leggero, caratterizzato perlopiù da sandali e bermuda, ma con l’inizio della scuola e l’arrivo del primo fresco, si passerà a scarpe chiuse, pantaloni lunghi e golfini. Verifichiamo quindi che i vestiti dell’anno scorso vadano ancora bene e, se non fosse così, organizziamo subito una seduta di shopping per rimediare, i bambini crescono molto velocemente!

Infine già dai primi giorni di settembre cominciamo a riabituare gradualmente il bambino ai ritmi che dovrà rispettare durante l’anno scolastico. Si sa che in vacanza si va a dormire più tardi la sera e ci si alza anche molto tardi al mattino, ma quando si va a scuola le cose sono completamente diverse: prima si riprende ad andare a letto presto e a svegliarsi di buon’ora il giorno seguente e meno traumatico sarà doverlo fare al momento del rientro a scuola.

Non rimane che augurare a tutti, grandi e piccini, buon inizio!

Print Friendly, PDF & Email